News - Dimensione Casa

Info line 347.9850590
Vai ai contenuti

Casa, vietato pagare l'affitto in contanti

Dimensione Casa
Pubblicato da in Blog · 7 Gennaio 2014
Tags: affittocasapagamento

Dal primo gennaio il saldo dei canoni di locazione è possibile solo con metodi tracciabili. Poche le eccezioni. Ecco il nuovo quadro normativo.

Dal primo gennaio l'affitto non si può più pagare in contanti, nemmeno se il pagamento riguarda una mensilità arretrata, dunque dell'anno precedente. L'obbligo scatta a prescindere dall'ammontare del canone di locazione: in questo caso non vige il tetto di 1.000 euro per il pagamento in contanti previsto dalle norme antiriciclaggio. Così, per pagarsi la casa, è necessario utilizzare qualsiasi mezzo di pagamento in grado di assicurare la tracciabilità: bonifico bancario, assegno bancario noin trasferibile e assegno circolare tra gli altri. Per i pagamenti tramite società o agenzie sarà possibile utilizzare anche il bancomat o la carta di credito.

Dubbio sulle sanzioni - L'obbligo riguarda solo il canone di locazione dell'abitazione, e sono quindi esclusi i pagamenti dei canoni di locazione di negozi, uffici e in generale ogni immobile che non abbia destinazione abitativa. Esclusi anche gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. I box auto, se sono una pertinenza dell'abitazione, devono essere considerati al pari di un immobile abitativo: vige dunque l'obbligo della tracciabilità. Anche gli stranieri dovranno effettuare i pagamenti dei canoni con mezzi tracciabili. Per quel che riguarda le sanzioni, il quadro non è chiaro: allo stato delle cose, però, sembrano applicabili le sanzioni relative all'anti-riciclaggio. Così, in caso di violazioni, la sanzione può andare dall'1% al 40% della somma trasferita in contanti.




Torna ai contenuti