News - Dimensione Casa

Info line 347.9850590
Vai ai contenuti

Classificazione antisismica: presto al via, ecco come funzionerà

Dimensione Casa
Pubblicato da in News · 2 Settembre 2016
Tags: classificazioneantisismicasismaterremoto

Partirà molto presto una nuova classificazione per l’edilizia: la classificazione sismica, vediamo come funziona e le varie classi previste. 
 
Il processo di approvazione della classificazione sismica è ai blocchi di partenza, spinto dalla tragedia di questi giorni.
 
Per verità il provvedimento è stato oggetto di studio già da qualche tempo e sarebbe pressoché pronto da un paio di mesi, naturalmente il sisma del centro Italia ha posto il processo di approvazione su un binario “rapido”.
Qualora ce ne fosse ancora necessità, difatti, il terremoto che ha colpito Lazio, Emilia e Umbria, ha reso ancora più evidente la necessità che di fianco alla classe energetica dell’edificio sia disponibile anche una classificazione simile, che sia in grado però di dare un riferimento rispetto alle possibilità di “risposta” dell’immobile a calamità naturali quale quelle che negli ultimi anni si sono ripetuti nel nostro Paese.
Sul provvedimento ha lavorato negli anni una commissione di esperti, guidata dal provveditore alle Opere pubbliche di Lombardia ed Emilia Romagna Pietro Baratono, che aveva operato su incarico del Ministero delle Infrastrutture.
Vediamo dunque come funzionerà la classificazione sismica degli edifici.
 
Classi sismiche: ecco come funzioneranno
Saranno previste sei classi sismiche, prevedibilmente dalla A alla F, con uno schema che ricalcherà quello delle classi energetiche.

Le classi diranno quando un edificio ha un rischio sismico più elevato e quando invece potrebbe sopportare anche eventi catastrofici di rilievo maggiore. Il principio che guiderà la classificazione sarà quello dell’Expected Annual Loss.
 
Cos’è l’Expected Annual Loss?
Il principio del cosiddetto “expected annual loss” ovvero il costo medio annuo necessario a riparare i danni e coprire le spese relative ai danneggiamenti derivanti da eventi sismici. Mentre questo costo è trascurabile in una struttura di classe “alta” nelle strutture di classe più bassa il costo tende a salire, fino al momento in cui nel caso di evento catastrofico sarebbe più conveniente demolire e ricostruire.




Torna ai contenuti