News - Dimensione Casa

Info line 347.9850590
Andrà tutto bene
#ripartiamo
Vai ai contenuti

Comprare casa con la crisi: cosa fare

Dimensione Casa
Pubblicato da in Blog News · 26 Giugno 2013
Tags: mercatoimmobiliarecasacrisiacquisto

Nel mercato immobiliare vanno applicate le stesse identiche leggi che regolano qualsiasi altro tipo di mercato, che sia quello azionario, obbligazionario o delle materie prime; durante i periodi “complicati” chi può deve acquistare il più possibile approfittando dell’abbassamento medio dei prezzi, per poi rivendere appena questi ricrescono.

Ecco perché, in un momento di forte contrazione economica come quello in corso ormai dal 2008, quando in seguito alla crisi di liquidità che si è avuta negli USA anche in Europa ed in particolare in Italia si sono avuti pesanti fenomeni deflazionistici (ovvero di abbassamento dei prezzi) nel settore immobiliare, per chi può la parola d’ordine è solo una: “comprare”.

È ovvio che l’acquisto di immobile rappresenta sempre una operazione finanziaria di rilievo per chi la effettua,e che quindi va estremamente ponderata anche quando questa non è finalizzata all’acquisto di una casa in cui vivere quanto invece alla realizzazione di un investimento finanziario.

Il modo migliore per rendere questo passo il più efficace possibile è quello di confrontare, preferibilmente online, il maggior numero possibile di proposte di immobili in vendita con un occhio speciale a fattori quali la città e la zona in cui sono ubicati, le condizioni, il metraggio e le pertinenze, e la vicinanza di servizi chiave come metropolitane e scuole.

Un altro aspetto importante da valutare è quello riguardante le modalità di acquisto. A meno che non si sia tra i pochi fortunati che possono acquistare una casa in contanti sarà necessario fare ricorso al credito e quindi bisogna confrontare le proposte di mutuo che arrivano dal settore bancario.

Ogni istituto propone un proprio tasso di interesse diverso a seconda che si opti per il tasso fisso o per quello variabile, oltre a dei costi fissi che vanno comunque valutati nel computo totale delle spese per l’acquisto dell’immobile.




Torna ai contenuti